Comunicato stampa del Sindaco sul Sannio

Leggo dai giornali in questo periodo di emergenza nevosa che ha sconvolto le nostre Comunità, nei settori produttivi, nelle attività commerciali, nelle produzioni agricole e soprattutto nel dissesto del sistema acquedottistico dell’Irpinia e del Sannio sia sul versante delle adduttrici che delle distribuitrici interne che si sta procedendo a siglare o consolidare PATTI ISTITUZIONALI con il Governo Nazionale e la Regione Campania per creare una zona economica speciale tra l’Area Metropolitana di Napoli e l’ Area di Salerno. Mi sono domandato e mi domando quando sarà possibile porre mano ad un patto di rinascita per il Sannio? Si sa che il Sannio ha bisogno di una particolare attenzione in ordine ai gravi problemi che caratterizzano questa realtà territoriale: la centralità e lo sviluppo della città, il problema  dell’acqua e dei servizi essenziali, l’ambiente e la viabilità, il potenziamento e il rilancio dei presidi produttivi.

Su questi argomenti mi aspetto una forte iniziativa del Presidente De Luca  – e perché no anche del Governo – . Perché non si dovrebbe scegliere il Sannio e le aree interne come area strategica per promuovere anche un progetto di sviluppo e per verficare se esso è congruo e adeguato alle esigenze delle nostre aree territoriali? La diatriba di cui si discute in maniera animata tra De Luca e De Magistris sembra paragonabile alla “ Contesa della Secchia Rapita”. Queste diatribe non toccano minimamente le aree interne che chiedono un progetto organico, articolato , efficiente e concreto per il Sannio. Se a livello Regionale e Nazionale non si dà una svolta alle politiche territoriali – andrebbe bene un patto tra il Ministro per il Sud e il Governatore della Campania – il Sannio è destinato alla desertificazione, ad essere una terra abbandonata, ad essere considerata tra le Province della Campania una Res Nullius. Occorrono politiche giuste, coerenti, uguali sia per le aree Metropolitane – gia consolidate nello sviluppo e già oggetto di rilevanti finanziamenti – che per le aree interne se si vuole riportare il Sannio al centro della politica Nazionale e Regionale. La programmazione e le politiche regionali che il Governatore De Luca porta avanti con forte determinazione devono avere un senso e un verso anche per le aree interne. Le autonomie istituzionali del Sannio non possono restare passive e in attesa di erogazioni straordinarie, si dovranno ritrovare insieme e porre con forza le questioni del nostro territorio provinciale.

Una conferenza economica territoriale, organizzata e coordinata dal Comune Capoluogo, potrebbe essere un primo step per concordare con i Comuni un’organica proposta programmatica da discutere subito col Governo Regionale.

Il Comune di San Giorgio del Sannio e l’Hinterland del Medio Calore sono pronti a dare il loro contributo.

San Giorgio del Sannio, lì 18 Gennaio 2017

Il Sindaco

Prof. Mario PEPE