Dal 16 maggio il Comune registra sulla carta di identità l’opzione sulla donazione di organi

Si informa la cittadinanza che dal pomeriggio del giorno 16 Maggio 2016, parte a S. Giorgio del Sannio il progetto “Una scelta in Comune”.

La dichiarazione della volontà di donazione di organi e tessuti avverrà firmando un semplice modello nel momento del rilascio o rinnovo della carta d’identità.

“ Si tratta di un progetto – ha dichiarato il Sindaco Ricci – di grande valore civile. I Sangiorgesi così come i cittadini di soli 12 Comuni della Campania che hanno portato avanti il progetto, al momento del rinnovo del documento d’identità, potranno operare una scelta di grande civiltà, indicando la volontà di donare gli organi. La donazione di organi e tessuti è indice di altruismo e sensibilità verso coloro che attendono un trapianto per sopravvivere, un atto di solidarietà e di rispetto per la vita ”.

Le adesioni registrate all’Ufficio Anagrafe del Comune non verranno indicate sul documento di identificazione ma saranno trasmesse direttamente al Sistema Informativo Trapianti mediante un certificato digitale.

Come si effettua la scelta?

Fino ad ora la scelta di essere donatore poteva essere fatta rivolgendosi all’ASL di appartenenza, o presso una sede dell’Associazione Italiana Donazione Organi (A.I.D.O.).

Da oggi invece tutti i cittadini maggiorenni residenti a San Giorgio del Sannio che si recheranno presso l’Ufficio Anagrafe per il rilascio o il rinnovo della carta d’identità, potranno scegliere contestualmente di esprimersi in merito alla propria volontà di donare gli organi e tessuti.

In caso di risposta, positiva o negativa che sia, al cittadino verrà fatto compilare e firmare un modulo contenente la sua dichiarazione di volontà; un esemplare dovrà essere conservato dal cittadino stesso, mentre l’altro esemplare della dichiarazione sarà trattenuta dall’Ufficio Anagrafe che provvederà ad archiviarla. La manifestazione di volontà del cittadino sarà trasmessa telematicamente e registrata al Centro Nazionale Trapianti.

Le dichiarazioni registrate al Sistema Informativo Trapianti saranno accessibile in tempo reale dai medici del Coordinamento Regionale Trapianti in caso di possibile donazione.

Esprimersi sulla donazione è un’opportunità e non un obbligo. Il cittadino può anche dichiarare di non essere interessato al problema: in questo caso non dovrà firmare nulla e non gli sarà rilasciata ricevuta. Se cambiasse idea potrà sempre rendere la dichiarazione presso l’ASL oppure presso una sede A.I.D.O.

Ci sono altre modalità per esprimersi in merito alla donazione?

Chi è già in possesso di una carta d’identità valida non può rendere la dichiarazione in Comune, in quanto il rinnovo prima della scadenza della sua validità è possibile solo in caso di furto, smarrimento e deterioramento.
Tuttavia il cittadino potrà comunque effettuare la propria scelta sulla donazione di organi e tessuti con le seguenti modalità:
– con la firma dell’apposito modulo presso le ASL
– con la firma dell’atto olografo dell’AIDO (Associazione Italiana Donatori di Organi, Tessuti e Cellule)
– mediante la compilazione e la firma del Tesserino Blu consegnato dal Ministero della Salute nel 2000 oppure le tessere distribuite dalle Associazioni di settore (in questo caso da portare sempre con sé)
– scrivendo su un foglio libero la propria volontà, ricordandosi di inserire i dati anagrafici, la data e la firma e custodendo il foglio tra i propri documenti personali.
Anche la dichiarazione resa presso le ASL e l’AIDO, al pari di quella resa presso i Comuni, è registrata e consultabile attraverso il sistema informativo trapianti.
Se un cittadino ha sottoscritto più di una dichiarazione di volontà, fa fede l’ultima resa in ordine di tempo.

 

Come posso modificare la volontà già espressa?

In caso di eventuale ripensamento, il cittadino può cambiare volontà in qualsiasi momento, recandosi presso la propria ASL di appartenenza oppure presso le aziende ospedaliere o gli ambulatori dei medici di medicina generale o i Centri Regionali per i Trapianti, o – limitatamente al successivo momento del rinnovo del documento d’identità – anche presso l’ufficio anagrafe del Comune, ricompilando l’apposito modulo. In questo modo, i Centri Regionali per i Trapianti hanno la certezza di poter consultare sempre l’ultima volontà espressa dal cittadino tramite il SIT.

 

Dove posso trovare ulteriori informazioni sull’argomento?
Per ulteriori informazioni sulla tematica della donazione di organi, è possibile consultare il sito del Ministero della Salute e del Centro Nazionale Trapianti www.sonoundonatore.it

Brochure informativa