Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) dal 2 settembre

IL SINDACO

RENDE NOTO

CHE con Decreto pubblicato il 18 luglio c.a. il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha avviato il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) su tutto il territorio nazionale.

Il SIA è disciplinato dalla Legge 208/2015 e prevede l’erogazione di un sussidio economico a nuclei familiari con minori in condizioni di povertà associata all’adesione ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa al fine di accompagnare i beneficiari verso l’autonomia.

Requisiti sociali ed economici:

  • cittadino italiano o comunitario suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • residente in Italia da almeno 2 anni;
  • presenza nel nucleo familiare di almeno un componente minorenne o di un figlio disabile, ovvero di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l’unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica);
  • attestazione ISEE con valore inferiore o uguale a € 3.000 (tremila/00);
  • non essere destinatario di altri trattamenti economici rilevanti: il valore complessivo di altri trattamenti economici percepiti, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale deve essere inferiore a euro 600 mensili;
  • non può accedere al SIA chi è già beneficiario della NASPI (Nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego) , dell’ASDI (Assegno Sociale di disoccupazione) o altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati;
  • non avere al proprio interno componenti che siano in possesso di autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda;

I cittadini potranno presentare le domande a partire dal 2 settembre 2016, la richiesta del beneficiario deve essere presentata al Comune Settore Servizi Sociali mediante la compilazione del modulo scaricabile sul sito istituzionale dell’INPS o sul sito istituzionale del Comune di San Giorgio del Sannio (in allegato al presente Rende Noto – scaricabile anche dal sito INPS).

Nella valutazione della domanda, inoltre, si terrà conto delle informazioni già espresse nella Dichiarazione Sostitutiva Unica utilizzata ai fini dell’ISEE. E’ importante, quindi, che il richiedente sia già in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità al momento in cui presenterà  la domanda per il SIA.

La domanda dovrà essere corredata da:

  • documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente;
  • dichiarazione sostitutiva unica (D.S.U.) ed attestazione ISEE in corso di validità;
  • copia libretto di circolazione di tutti gli autoveicoli in possesso del richiedente e dai componenti del nucleo familiare.

Per ulteriori informazioni rivolgersi ai Servizi Sociali Via G. Mazzini, tel 0824 – 330136 o all’Ambito territoriale B2 tel.0824- 58214.

 

San Giorgio del Sannio lì, 30/08/2016

 

L’Ass.re alle Politiche Sociali                                                    Il Sindaco

F.to dott.ssa Alessia Accettola                                           F.to On. Prof. Mario Pepe