Brigata Friuli, una pagina di storia da non dimenticare

In occasione del centenario dall’inizio Prima Guerra Mondiale e a settant’anni dalla fine della Seconda, San Giorgio del Sannio onora la memoria della Brigata Friuli, in prima linea nell’offensiva alla linea gotica nella primavera del 1945. Mariano Bocchini, autore del libro “Diari storici e militari del gruppo di combattimento Friuli” ha ricostruito accuratamente la storia del Reggimento con molte difficoltà e “malgrado una genesi e un’organizzazione approssimativa, questa Brigata ha dato un contributo decisivo nella sconfitta dei Tedeschi, pagando un tributo assai doloroso in perdite umane. Dobbiamo onorarli e fare in modo che questa pagina di storia non cada nell’oblio. E’ importante affermare, in tempi difficili come questi, che i nostri valori di libertà e pace sono stati raggiunti con grande determinazione e atti di eroismo da intere generazioni di ragazzi che hanno sacrificato la propria vita.”

 Anche il Sindaco Ricci e il Prefetto di Benevento Paola Galeone hanno voluto ricordare i Caduti della Brigata Friuli sottolineando come i fatti tragici di questi ultimi giorni e più, in generale, il terrorismo rappresentano le minacce attuali e che, come tali, non vanno sottovalutate. “E’ nostro impegno cercare di tenere sempre viva la memoria di coloro che si sono sacrificati” – ha affermato il Prefetto – e per tale ragione nei prossimi mesi ci proponiamo di fare degli incontri nelle scuole beneventane con l’obiettivo di trasmettere questo senso di sacrificio e di dedizione alle nuove generazioni che, purtroppo, non riescono a percepirne del tutto l’importanza.